Come proteggere i nostri animali dai "BOTTI" delle feste.

Ogni anno durante i festeggiamenti natalizi e del primo dell'anno tantissimi animali diventano vittime ingiustificate dei “botti”. L’udito degli animali è molto più sensibile di quello umano, per questo motivo il solo rumore di un petardo che esplode può generare reali crisi di panico. L’istinto di un animale in preda alla paura folle è tentare la fuga, ma questo vuol dire rischiare di smarrirsi o di essere investiti da un’auto. Ogni anno i numeri degli animali feriti, deceduti o dispersi con cui iniziamo si inizia il nuovo anno sono davvero infelici. La soluzione migliore è rinunciare ai festeggiamenti troppo rumorosi, ma è comunque bene adottare alcune norme di sicurezza:

• l’iscrizione all’anagrafe del servizio veterinario asl, oltre ad essere obbligatoria per legge, è sicuramente il gesto d’amore più grande che possiamo fare verso il nostro cane o il nostro gatto, offrendogli la garanzia di fare ritorno a casa qualora si dovesse smarrire;

• aggiungere maggiori elementi identificativi dell’animale: oltre al microchip è bene utilizzare una medaglietta col nome del cane o del gatto e il numero di telefono del proprietario;

• non lasciare libero il cane durante la passeggiata;

• per i gatti giramondo è opportuno negare il permesso di uscire nei giorni "caldi"

• se durante la passeggiata si avverte il suono di un petardo e il vostro cane ne resta spaventato, è importante fare subito rientro a casa, dove Fido possa sentirsi di nuovo al sicuro;

• evitare di lasciare l’animale in spazi aperti, anche se recintati

• non tenere il cane legato;

• non tenere il cane sul balcone;

• cercare di affievolire il rumore dei botti lasciando accesa la televisione o la radio e chiudendo scrupolosamente porte e finestre;

• lasciare l'animale in un luogo illuminato;

• non lasciare l’animale da solo;

• prima che l'animale sia spaventato, si può intrattenerlo proponendo giochi di fiuto o piccoli problem solving che il cane possa eseguire facilmente e premiarlo con golosi bocconcini per mantenere alta la concentrazione e la motivazione verso il gioco;

• eliminare dal luogo in cui si trova il cane ogni oggetto contro cui potrebbe sbattere e ferirsi;

• se l’animale è anziano o è affetto da gravi malattie o fobie è importante rivolgersi al proprio medico veterinario di fiducia o ad un veterinario comportamentalista per trovare la soluzione migliore per il singolo soggetto;

• tenere a portata di mano l'indirizzo e il numero di telefono di una clinica veterinaria attrezzata con reperibilità 24 ore vicina al luogo in cui vi troverete col vostro amico quadrupede;

• in caso di smarrimento del proprio cane o gatto è importante effettuare immediatamente la denuncia alle autorità competenti.

 

La paura dei rumori forti è una fonofobia che con l'aiuto di un veterinario esperto in comportamento animale e un percorso di riabilitazione si può alleviare.

N. Lorenti

 

zooplus.it
201
Stampa Stampa | Mappa del sito
© YOUDOG A.S.D. Via Ciriè, 5 10077 San Maurizio Canavese (TO)